Lenti progressive personalizzate e low-cost, confronti

Lenti progressive personalizzate e low-cost, confronti

Lenti progressive personalizzate e low-cost, confronti

Benefici delle lenti progressive personalizzate (su misura) in termini di comfort rispetto alle progressive standard che aggrediscono il mercato con prezzi allettanti.

Questi non sono e non vogliono essere consigli medici, in caso di problemi agli occhi è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante ed al proprio oculista di fiducia.

Difetti visivi

Gli occhiali con lenti progressive sono un tipo di occhiali utili alle persone già miopi che con l’età hanno dei problemi con la vista da vicino.
La miopia è un difetto della vista che impedisce di vedere chiaramente da lontano, i miopi vedono sfocati i soggetti lontani.
Con l’aumentare dell’età, di solito attorno ai 50 anni, si può aggiungere (non solo per i miopi, ma per tutti) un altro difetto visivo, il cristallino perde di elasticità e non riesce a mettere a fuoco i soggetti vicini. Si manifesta quindi una difficoltà nella visione da vicino chiamata presbiopia, particolarmente evidente nella lettura sia da un libro che da uno schermo di computer o da tablet/cellulare.

Soluzioni ottiche

In passato erano comuni due paia differenti di occhiali, uno per la visione da lontano, l’altro per quella da vicino. Questo dualità è stata sostituita in tempi più recenti con le lenti bifocali, ovvero quelle con un ovale nella parte bassa che fungeva da lente di ingrandimento, oppure divise in due, la parte di sopra per miopi, la parte di sotto per presbiti.

Le moderne tecnologie da oramai una ventina di anni hanno portato alla realizzazione di lenti progressive o multifocali. Queste hanno su un unica lente diverse zone di visione, una parte adatta ai miopi (o a chi non ha difetti di vista) nella parte alta, una zona neutra di passaggio ed infine la parte bassa adatta alla presbiopia e quindi alla visione da vicino.

Differenze tra prodotti su misura e soluzioni low-cost

Fatta questa doverosa premessa, quali sono le differenze tra le lenti progressive economiche che si trovano nei supermercati e quelle personalizzate fatte dal tuo ottico di fiducia?

Innanzitutto i materiali, le lenti economiche sono solitamente fatte in policarbonato con un processo di stampo. Il policarbonato ha costi bassi ed altissima resistenza, ma non possiede le caratteristiche ottiche di altri materiali più sofisticati nel ramo dell’ottica quali il Trivex o il CR-39, che oramai hanno praticamente soppiantato il vetro.

Altro problema degli occhiali, oltre alla già citata scelta dei materiali è quello delle montature, per tenere prezzi bassi le montature sono spesso standardizzate. Oltre a non avere particolare ricercatezza estetica, potrebbero non essere adatte ai vostri lineamenti o peggio ancora non calzare correttamente, risultando scomode o fastidiose dopo poche ore di utilizzo.

Terza e forse maggiore problematica è quella legata alla personalizzazione, ognuno di noi è fatto in maniera diversa, oltre al tipo di montatura più adatto, questo problema potrebbe estendersi alle lenti in se. Come ad esempio quando i due occhi hanno gradi di miopia o di presbiopia differenti. Oppure la necessità di avere una centratura personalizzata delle lenti per evitare sensazioni di mal di mare o di nausea dopo pochi minuti di utilizzo.

Insomma, in conclusione, vale la pena risparmiare e poi magari scoprire quando si va a consultare l’oculista che i nostri problemi visivi sono aumentati a causa di lenti non adatte ai nostri occhi?

Pensaci, prima del tuo prossimo acquisto.

Questi non sono e non vogliono essere consigli medici, in caso di problemi agli occhi è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante ed al proprio oculista di fiducia.

Ti è piaciuto l’articolo: Lenti progressive personalizzate e low-cost, confronti? Lasciaci un commento.